sei in: Home

Home

27 gennaio 2023 - Giorno della memoria

27 gennaio 2023 - Giorno della memoria

 
 
Bianca Maria Orciani - Consigliera di Parità della Provincia di Ancona

LA CONSIGLIERA DI PARITA’ DELLA PROVINCIA DI ANCONA

 

Con Decreto Ministeriale n. 11 del 29/01/2021 è stata nominata Consigliera di Parità della Provincia di Ancona la Prof.ssa Bianca Maria Orciani.

 

Documento in formato Adobe AcrobatDecreto di Nomina(882 KB)

Documento in formato Adobe AcrobatCurriculum(410 KB)

 

 

SEDE E CONTATTI

 

L’Ufficio della Consigliera di Parità è ubicato presso la Provincia di Ancona,

Via Menicucci, 1 - Ancona - 2° piano 

Tel. 071.5894673

 

La Consigliera di Parità riceve su appuntamento il martedì dalle ore 9.30 alle 12.00.

 

e-mail: consiglieraparita@provincia.ancona.it

posta certificata: consiglieraparita@cert.provincia.ancona.it

 

Segreteria Ufficio della Consigliera: Sonia Marcucci
Tel. 071.5894627 - e-mail: s.marcucci@provincia.ancona.it

 

 

FUNZIONI E COMPITI DELLA CONSIGLIERA DI PARITA’

 

La Consigliera di Parità è una figura istituita per la promozione e il controllo dell'attuazione dei principi di uguaglianza di pari opportunità e di non discriminazione tra uomini e donne nel mondo del lavoro.

 

È nominata con decreto del Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, su designazione della Provincia, tra persone in possesso di requisiti di specifica competenza ed esperienza pluriennale in materia di lavoro femminile, di normative sulla parità e pari opportunità nonché di mercato del lavoro.

 

Nell'esercizio delle proprie funzioni, riveste la qualifica di pubblico ufficiale ed ha l'obbligo di segnalare all'Autorità Giudiziaria i reati di cui viene a conoscenza.

 

La Consigliera di Parità si occupa della trattazione dei casi di discriminazione di genere sul lavoro e della promozione di pari opportunità, anche attraverso la collaborazione con gli organismi competenti sul territorio.

 

Alla Consigliera di parità si possono rivolgere, in forma totalmente gratuita, donne e uomini che ritengono di essere discriminate/i.

 

Per i casi individuali, su mandato dell’interessata/o, la Consigliera di parità può promuovere conciliazioni presso la Direzione Provinciale del Lavoro e/o produrre ricorso giudiziale affinchè il giudice accerti la discriminazione e ordini un piano di rimozione di tale situazione. Il servizio è gratuito.

 

 

QUANDO RIVOLGERSI ALLA CONSIGLIERA DI PARITA’

 

Se hai subito una discriminazione:

nell'accesso al lavoro

nell'accesso a corsi di formazione

nello sviluppo della carriera

nel livello di retribuzione

 

Se hai difficoltà:

nel vivere la maternità e il lavoro (es. licenziamento)

nel rientro al lavoro

nella richiesta di congedi parentali

 

Se nella tua azienda:

vuoi valorizzare la presenza femminile

vuoi promuovere azioni positive

 

Se nel tuo Ente:

devi costituire il CUG

devi presentare il piano di Azioni Positive in base all'art. 3 del D.L. 196/2000

vuoi integrare le pari opportunità nelle politiche dell'Ente

vuoi favorire l'uguaglianza tra uomo e donna nel lavoro

vuoi migliorare la presenza femminile nell'Ente e favorire i processi di carriera delle donne

 

 

Sito realizzato con CMS per siti accessibili e-ntRA Credits